ladraditempo

Archive for the ‘alibroaperto’ Category

Caffè e parole

In alibroaperto, caffè on ottobre 7, 2009 at 8:32 am
Il caffè speciale di Guido al Ghetto

Il caffè speciale di Guido al Ghetto

Oggi interrompo la lettura solo per un po’, giusto il tempo di un buonissimo caffè che in qualche modo fa scivolare dritta in pancia una giornata. Quando nella vita affrontiamo dei cambiamenti significativi, spesso e senza accorgercene cambiamo anche le piccole abitudini. E così è stato per me negli ultimi mesi.

Ecco che tra un vicoletto e l’altro ho finito per affezionarmi al bar Guido al Ghetto, dove le brioches calde e fragranti e il caffè macchiato sono una vera prelibatezza. Credo che Giorgio abbia ereditato quel grembiule rosso da suo padre, Guido presumo, e probabilmente anche quella voce stridula e nasale che è esattamente il suono che ci si aspetta di sentire da un corpo magro e longilineo come il suo.

Ho iniziato da qualche giorno un libro del quale ho perso subito la testa, si tratta de La bastarda di Istanbul. E stamattina, mentre immergevo le labbra nella schiuma spruzzata di cacao, scioglievo sul palato parole diventate subito mie… e vostre, perchè no.

Nulla veniva fatto in armonia, in quel luogo, eppure quell’abituale dissonanza aveva una sua singolare cadenza. Era un posto fuori dal tempo e dallo spazio. Fuori dal locale le persone restavano vicine per nascondere la solitudine, fingendosi più intime di quanto non erano, mentre lì dentro era l’opposto: tutti ostentavano un distacco che non sentivano davvero. Quel posto era la negazione dell’intera città.
[La bastarda di Istanbul | Elif Shafak]


Annunci